Il mio "YES, I CAN!" Si, posso farcela.

Roberta Fresa 26/05/2021 0

Ebbene si, anche io sono stata dall'altra parte della scrivania, una paziente dallo stesso tormento interiore, quello di voler cambiare, di sentirmi accettata, purtroppo in primis dagl’altri e poi da me stessa ma allo stesso tempo con una gran paura di non riuscirci. Quando a 13 anni non ti senti amata se non dalla tua migliore amica e dalla tua famiglia, quando la cattiveria incombe tra i banchi di scuola, non riesci a capire come sia possibile essere trattata diversamente, magari solo perché non godevo di pancia piatta e seni ben formati come alcune delle mie compagne. In fondo non facevo del male a nessuno.

Venti anni fa, dove ancora non si parlava dell’importanza dell’alimentazione, del cibo spazzatura, non mi sono mai stati negati un biscotto, una merendina, un cucchiaio di nutella. Sono sempre stata libera di decidere quando fosse stato il momento giusto per me per migliorare e fare la differenza.  Mi sono rimboccata le maniche e mi sono fatta seguire da un professionista, ho imparato a mangiare e a capire l’importanza del movimento. Ebbene, ci sono riuscita ed in cuor mio maturavo il desiderio di aiutare tutti coloro che come me si sentivano umiliati e non accettati.

Oggi purtroppo la disinformazione divampa come un vero incendio sui media e i ragazzi mostrano maggiore difficoltà a capire la giusta direzione da seguire. Da un lato modelle, influncer ritoccate, quasi inimitabili, cosmetici e strumenti miracolosi da utilizzare baipassando sacrificanti mesi in palestra, illusionisti di risultati rapidi e indolori. Dall'altro lato, un abusivismo satanico sulla corretta alimentazione ad opera di professoroni che inventano diete alla moda o pillole magiche.

Ogni soluzione ai nostri disagi sembra farci entrare in un circolo vizioso senza fine, come un cane che si morde la coda: non mi accetto, voglio diventare come quell’attrice, ci provo, troppo difficile, mi demoralizzo, mi consolo tramite il cibo.  Quindi cosa fare?

Basta dire non ci riesco, abbandoniamo il concetto di sacrificio. Impariamo ad affidarci e cambiare modo di ragione e di vivere. Esistono professionisti come biologi nutrizionisti, medici, personal  trainer, life coach a cui fare affidamento. Nulla si ottiene senza dedizione e costanza, ma non è detto che cambiare stile di vita sia poi così male. Facciamo si che i nostri figli siano sin da piccoli istruiti e guidati senza sentirsi obbligati o schiavi dei media, che abbiano strumenti tali, in grado da poter scegliere da soli cosa sia più giusto per la loro salute.

Possiamo davvero essere il miracolo di noi stessi e allo stesso tempo un esempio per gli altri.

Io ce l'ho fatta! e tu?

 

Potrebbero interessarti anche...

Roberta Fresa 26/05/2021

Il pane di segale: buono e dalle benefiche proprietà nutrizionali

Innanzitutto ha minor contenuto calorico ed è molto più ricco di fibre, che oltre ad abbassarne l' indice glicemico rispetto al pane classico, rendendo questo prodotto un ottimo alimento per Diabetici, regala a coloro che stanno

Leggi tutto

Roberta Fresa 26/05/2021

E' tempo di detox, la dieta depurativa!

Eventi di svago e, lunghi periodi di festa inevitabilmente portano a trascinarsi per giorni quell’ antipatica sensazione di pesantezza? Abbiamo bisogno di un pò di “pulizia” per ritrovare sensazioni positive e recuperare ritmi digestivi più pacati. Il bello è che possiamo farlo senza ricorrere al digiuno completo, che passerebbe al nostro organismo un segnale

Leggi tutto

Roberta Fresa 26/05/2021

La piramide della sana idratazione

Ricordate di bere quotidianamente?Ma soprattutto sapete cosa bere? Vi propongo un semplice schema di riepilogo che illustra sotto forma di Piramide in che modo assicurarci una corretta idratazione: alla base della

Leggi tutto

Lascia un commento

Cerca...